«

»

Set 20

Analisi Dax per la settimana dal 21 al 25 settembre 2015

Il cuneo che avevo segnalato già nella prima analisi per la settimana dal 7 al 12 settembre si è completato ed è stato rotto al ribasso, come previsto.
Le implicazioni ribassiste di questa figura di continuazione sono purtroppo piuttosto importanti con un target finale, se la figura dovesse essere rispettata, in area 9150 (con stima prudenziale).

Vediamo il consueto grafico a 210 minuti per capire cosa successo e cosa possiamo aspettarci già dalla seduta di lunedì 21 settembre.

taget cuneo e idnr4

Come possiamo vedere dal grafico l’accelerazione ribassista seguita, per la verità non immediatamente, alla rottura del lato inferiore del cuneo ha portato ad una discesa decisa nella seduta di venerdì 18 settembre fino a testare il livello di supporto statico indicato in area 9885 che è stato dapprima rotto facendo segnare un minimo a 9857 e poi subito recuperato dando apparentemente un segnale di tenuta ed andando a formare una (debole) area di supporto proprio in corrispondenza del precedente livello 9885.

Nel grafico vediamo anche come abbia preso forma una figura molto nota ai miei lettori che va sotto il nome di IDNR4 che evidenzia l’indecisione degli operatori i quali, dopo l’importante discesa, hanno preso profitto in vista della chiusura delle contrattazioni per il weekend. Ricordo per chi ancora non conoscesse questo pattern che spesso ha implicazioni esplosive trattandosi di una compressione cui segue molto spesso una esplosione di volatilità, cioè un andamento molto direzionale dei prezzi del quali, tuttavia, non è possibile prevedere la direzione.

Tuttavia se scendiamo di time frame possiamo capire da quale parte romperanno i prezzi e la cattiva notizia (ovviamente per chi è posizionato al rialzo) è che a mio avviso questa rottura sarà dalla parte inferiore del pattern con implicazioni, dunque, ancora ribassiste.

Per capire il motivo del mio “sentiment” vediamo un grafico a 15 minuti

triangolo continuazione

Nel grafico vediamo chiaramente la formazione di un triangolo simmetrico, figura  di continuazione ribassista. Il che fa pensare che già nella seduta di lunedì 21 settembre i prezzi possano rompere al ribasso per un rapido test dei minimi precedenti in area 9850.

Per comprendere il target finale di questo nuovo, possibile movimento ribassista utilizziamo i canoni classici dell’analisi tecnica per calcolare gli obiettivi di prezzo. Lo vediamo nel grafico ce segue:

triangolo targetProiettiamo l’ampiezza della base del triangolo, calcolata nel modo più prudenziale possibile, e otteniamo il livello di 9750 che dobbiamo porci come possibile obiettivo nel caso il supporto a 9850 non regga la pressione ribassista.

Buon trading